Società Siciliana per l'Amicizia fra i Popoli

 

 

 

 

.

.

L'accoglienza in contesti culturali

Da novembre a luglio i nuovi corsi e le attività 2016-2017

Iniziative e sevizi completamente gratuiti

 

 

 

 

 

 

IL PROGETTO. FlNAITA' PARTNER E SEDE

Un luogo per l'accoglienza e l'alfabetizzazione degli immigrati in Sicilia. Lingua italiana, lingua madre, mediazione culturale, socializzazione, biblioteca, conferenze e altre manifestazioni linguistiche e culturali.

Sono partner del progetto: Rotary International Distretto 2110 Sicilia-Malta, International Inner Wheel distretto 2011, Società siciliana per l'amicizia fra i popoli, Istituto paritario Platone, Lion's Club Palermo dei Vespri, Lion's Club Palermo Normanna.

Patrocini: Università degli studi di Palermo, Consolato del Regno del Marocco. Consulta delle Culture del Comune di Palermo.

Il Centro ha sede presso un'aula dell'Istituto paritario Platone, concessa, per lo scopo, in comodato gratuito, dal Preside prof. Pier Luigi Aurea.

LE ATTIVITA' DEL CENTRO

I corsi di lingua italiana, sia iniziali che avanzati, sono articolati in due incontri settimanali pomeridiani di due ore ciascuno. Contestualmente si svolgono le attività di mediazione culturale e socializzazione. La fruizione della biblioteca è consentita negli orari di apertura della Scuola. La partecipazione alle conferenze e manifestazioni è sempre consentita secondo le normali procedure di prenotazione o iscrizione. Per conoscerle consulta le pagine tematiche di questo sito o la pagina Novità o iscriviti alla Lista info.

Per saperne di più e prima:

Info e iscrizioni

Per altre informazioni e per prenotare l'iscrizione contattaci oppure chiama:

- Walter Morvillo, coordinatore del progetto

cell. 347 1344720 e mail: waltermorvillo@libero.it 

- Daniela Vullo - segretaria del progetto

cell. 334 5035975 - e mail: info@amiciziafraipopoli.org 

Le migrazioni di persone e popoli caratterizzano la specie umana sin dalle sue origini. Le migrazioni sono inarrestabili, specie se individui e collettività fuggono da carestie, fame, guerre, sterminio.

Di fronte ai migranti deve scattare il dovere di accoglienza di chi sta meglio. Venire meno a questo dovere è un delitto.

Le migrazioni, specie quelle di massa, impoveriscono i paesi di provenienza e arricchiscono i paesi di destinazione (è sempre stato così, vedi Roma imperiale). Ecco perchè i popoli, benchè costretti a migrare non devono mai trascurare l'impegno per il riscatto delle loro terre e delle loro culture.

LA SICILIA LE MIGRAZIONI E L'ACCOGLIENZA IN CONTESTI CULTURALI