Società Siciliana per l'Amicizia fra i Popoli

 

 

 

.

 

Prima pagina > Lingue

Lingua siciliana

La lingua siciliana

Il siciliano ha dignità di lingua perchè ha una sua storia e una sua letteratura che precedono la nascita della lingua italiana.

Oggi,  assalito dalla globalizzazione culturale e dai localismi e municipalismi, il siciliano rischia seriamente l'estinzione. Sopravvivono stentatamente solo le parlate locali completamente avulse da ogni riferimento lessicale ed ortografico. 

Il desiderio di recuperare un patrimonio inestimabile di valori ci ha indotto a dedicare alla lingua siciliana appositi corsi e soggiorni linguistici, seminari, stage, progetti, traduzioni e servizi. Nelle Conferenze Sicilia-Mediterraneo, incontri tematici a ingresso libero, è dedicato ampio spazio alla lingua siciliana.

Corsi e soggiorni di lingua siciliana

Amicizia fra i popoli promuove, per la lingua siciliana, corsi, soggiorni, seminari, stage e progetti linguistici, individuali e collettivi, analogamente alle modalità di studio previste per le altre lingue dei popoli. 

Sono riferimenti programmatici dei corsi e delle altre iniziative: La Lingua siciliana nel corso dei secoli. La Scuola poetica siciliana. Fonologia e grammatica della lingua siciliana. Il Siciliano standard, il Siciliano letterario e i dialetti del Siciliano, la Letteratura siciliana d'autore e popolare.

 

Studenti stranieri dei nostri corsi di lingua siciliana:

- Chris Nielsen, Danimarca

- Attila Salacz, Ungheria

- Francois Guinotte, Belgio

Per saperne di più e prima:

 

Federico II, re di Sicilia e imperatore. Alla sua Corte di Palermo nasce la scuola poetica siciliana e la prima lingua italiana in volgare

Giuseppe Pitrè (Palermo 1841-1916), il più importante raccoglitore e studioso di tradizioni popolari

 

.